lunedì 29 luglio 2013

Tutto è possibile, basta crederci.

 

 

Spagna, a Valladolid la prima consigliera comunale con sindrome di Down

qui 

Rimanendo con i piedi per terra e consapevole che non "tutto" è per "tutti", dico solo che avremo fatto un bel passo avanti quando queste notizie non faranno più "notizia"! 

 

...alla faccia di chi non ci vuole investire una "cicca"

(a buon intenditor poche parole...diceva la mi'nonna!)

 www.at21.it

mercoledì 24 luglio 2013

"TrisoMania" e gli occhi di Saverio

Saverio Tommasi.
Così ci hanno visto i suoi occhi... 





Quache tempo fa mi scrisse una e-mail, esprimendo il desiderio di approfondire la sua conoscenza sulle attività della nostra associazione. 
Ci incontrammo, e dopo una lunghissima chiacchierata con la sottoscritta - che sicuramente contribuì solo a confonderlo, decise di venire a "vivere" con noi. 

E così, da un bel giorno in poi e per intere settimane, non ci ha mollato un secondo. 
Vedevamo Saverio in ogni luogo.
Ci ha seguito come un'ombra, con il fiato sul collo, un avvoltoio sulla spalliera, rubando interviste a chiunque capitasse sotto le grinfie della sua telecamera; ha rincorso per giorni chi tentava di sfuggirgli per non essere ripreso. Ha frequentato ogni attività, ha "scroccato" pranzi, cene e colazioni, si è divertito alle feste e ha praticato sport. 
Ha incontrato genitori, e fatto interviste ovunque...sì, proprio ovunque!

Ora non esageriamo, eh!




Insomma, era diventato talmente parte di noi che a un certo punto ci siamo domandati se dargli la "busta paga" o inserirlo in "terapia"!

Fatto sta che è riuscito a sintetizzare ore di riprese realizzando un fantastico reportage di soli 18 minuti. Semplicissimo. Verrebbe da dire. Si taglia, si incolla e via, fatto! Tutto qui? 
No.
E' proprio qui che subentra la straordinaria abilità e intelligenza di chi ha saputo raccontare con gli occhi "giusti". 
Gli occhi che vorremmo utilizzassero tutti quando si avvicinano per la prima volta al nostro mondo, quando parlano di noi.
Gli occhi che brillano, che sorridono.
Gli occhi che affrontano la diversità con l'ironia. Questa è la nostra filosofia e il nostro modo di affrontare la vita. Anche e soprattutto la vita segnata dall'handicap.




Raccontare e far riflettere con la totale assenza di pietismo, che non vuol dire negare la differenza, ma accettarla e inserirla in un orizzonte più ampio che la include e la supera. 
Una strada che percorriamo da anni, ma che pochi conoscono.
Le persone che vivono una difficoltà non hanno bisogno di sentirsi confermare il loro disagio, e non devono avere l'obbligo di adeguarsi al mondo "perfetto" costruito da coloro che si sentono "normali".
Le persone che vivono una difficoltà dovrebbero trovare sicurezza e certezze in quella che normalmente definiamo "la società civile". 
Ma è umano: tutto ciò che non si conosce ci fa paura, e se possiamo lo evitiamo. Sempre.

E allora posso finalmente scrivere...



sorridete cliccando                                             qui


Ad oggi 23000 persone - tante le visualizzazioni - sicuramente hanno spento il proprio computer con "qualcosa in più" nel cuore e nella mente!


Grazie Saverio!
"Aspetta...
posso andare in bagno?"

lunedì 15 luglio 2013

Diritti o doveri per salire sulla giostra?




E' una questione che va avanti da tempo e che adesso, salvo verifica, sembra essersi risolta.
Ma dato che è bene sapere, vi racconto.

Mercoledì 12 giugno il CoorDown (di cui facciamo parte) nel corso di un convegno nazionale, ha presentato un progetto pilota denominato "Una giostra per tutti" con lo scopo di migliorare l'accessibilità alle attrazioni dei Parchi di divertimento delle persone diversamente abili.


Tra i partner dell’iniziativa l’Istituto Superiore di Sanità, il Parco MinitaliaLeolandia e ANCASVI (Associazione Nazionale Costruttori Attrezzature Spettacoli Viaggianti), con il contributo fondamentale della Provincia di Reggio Emilia.
Presenti al convegno esperti del settore provenienti da Paesi europei ed extraeuropei (USA, Canada, Benelux, Francia, Inghilterra, Germania) per discutere, insieme a medici e ricercatori, consulenti legali, costruttori e gestori di Parchi, associazioni di familiari, di accessibilità e sicurezza, di diritto e degli aspetti tecnico-scientifici del progetto. Questo in modo da realizzare, come obiettivo ultimo, Linee Guida condivisibili sia a livello nazionale che internazionale.
In assenza di norme precise, esse potranno infatti diventare una solida base per affrontare il problema in maniera sistematica e corretta nel pieno rispetto delle persone con disabilità, combinando la miglior accessibilità possibile con l’indispensabile livello di sicurezza.

Sono stati quindi pensati dei test da effettuarsi sia su persone con disabilità fisiche che intellettive, focalizzando le prove in particolare su persone con sindrome di Down.
Qualificati esperti hanno per la prima volta realizzato una serie di prove con un gruppo di 30 ragazzi con sindrome di Down e relativo gruppo di controllo, per verificare da un punto di vista scientifico la loro risposta alle diverse attrazioni.
Condotti con assoluto rigore scientifico i test hanno previsto la misurazione per ciascun partecipante di importanti parametri fisici e delle emozioni riscontrate prima, durante e dopo i test sulle varie giostre.



video


Ecco, questo accade nel 2013.
Mi domando, ma io che non faccio i test, persona apparentemente normale (e mica poi tanto), siamo sicuri che posso accedere ai parchi divertimento?
Chi lo stabilisce il mio stato di salute, il mio quoziente intellettivo, la mia "tolleranza adrenalinica"?




Diritto di divertirmi oppure
Dovere di dimostrare che posso farlo...?




Beh, speriamo perlomeno di aver combattuto una battaglia utile ai posteri!


www.at21.it


mercoledì 10 luglio 2013

Una bella serata. Grazie al ciclismo in anteprima...mondiale!

Trisomia 21 scelta come sede di partenza della cronoscalata Firenze - Fiesole. 
Tutti fantastici! Grazie.










Dal primo...




















all'ultimo...è scesa la notte!





La foto ricordo, sul podio, insieme alla nostre straordinarie Misses!





Eppure, senza essere lungimiranti, basterebbe veramente poco!
Riflettiamoci in un po' di più e un po' più spesso...




Alé!



www.at21.it

lunedì 1 luglio 2013

Ciclismo: sulle strade del mondiale

 Da "Vinellando" a "Pedalando"...in un baleno!




Il grande Gastone Nencini, nato a Barberino del Mugello il 1° marzo 1930, è stato un ciclista su strada e pistard italiano. Professionista dal 1953 al 1965, vinse il Giro d'Italia e il Tour de France.
Era soprannominato il "Leone del Mugello", per l'indomito coraggio e la determinazione in corsa.

In suo onore esiste un monumento posto al passo della Futa: lungo il muraglione spartivento è posto un grande ritratto a bassorilievo di bronzo che lo raffigura in corsa con la sottostante dedica che recita: «A Gastone Nencini. Il comune di Barberino, gli sportivi, i compagni di tante battaglie ricordano il campione mugellano».




Perché, così d'un tratto, di lunedì sera come presa da un raptus inizio a parlare di Gastone Nencini?

Visto che non posso dare la colpa al caldo, in parte sicuramente questo è un nostalgico tuffo negli anni sessanta, quando - almeno per me - era ancora tutto da scrivere. 
Ma c'è un altro importante motivo: in collaborazione con la s.c. Gastone Nencini giovedì prossimo 4 luglio, il Comitato Sportissimo Fiesole organizzerà come evento in preparazione dei Mondiali di ciclismo del prossimo settembre la cronoscalata Firenze-Fiesole. 
Riservata alla categoria juniores, sarà la nostra sede di Viale Volta 18 ad ospitare la partenza e il ritrovo dei paertecipanti.
E' una gara a cronometro che si disputerà in notturna, la settimana dei festeggiamenti patronali di S. Romolo.
La premiazione verrà effettuata in piazza di Fiesole dalle nostre ragazze, miss d'eccezione, mentre i ragazzi verranno coinvolti in altre attività sempre inerenti alla gara.


Insomma, una serata da non perdere!

...E approfitto dell'occasione per far arrivare il nostro abbraccio all'ineguagliabile Alfredo Martini, 




che non potrà essere presente fisicamente, ma che sicuramente sarà lì con noi!





www.at21.it